Trova il potenziale per la tua azienda

Share on facebook
Share on linkedin
La domanda da 1 milione di euro è: “Come faccio a trovare la persona giusta per la mia azienda?
Come faccio ad individuare una persona di valore che abbia potenziale?”
Queste e tante altre sono le domande che i nostri clienti imprenditori ci pongono ogni giorno.
Capisco perfettamente che non sia facile per un imprenditore indossare anche il cappello di Recruiter oltre alle altre mille funzioni aziendali.
Individuare persone con potenziale da assumere nelle nostre aziende è una grande sfida nonché una scelta a volte difficile per ogni imprenditore.
Vi sarà sicuramente capitato di selezionare una persona e dopo pochi mesi accorgervi che non era la persona giusta o che dopo qualche mese la vedevi diversa, cambiata e non era quello che ti aspettavi…
Questi “errori di selezione” causano diversi effetti negativi successivi al momento dell’inserimento a cui a volte non pensiamo o che valutiamo come poco importanti.
Ma facciamo una riflessione insieme:
Quanto costa l’inserimento di una persona sbagliata ?
Si stima che in Italia il valore sia di circa 30.000 euro. Questo costo comprende :
  • Tempo impiegato per la selezione
  • Tempo che impiegherai per selezionare un sostituto
  • Retribuzione del dipendente e buonuscita
  • Demotivazione dei colleghi che vedono un turn over in azienda
  • Calo di produttività della persona che lo ha affiancato per formarlo
Sono tante le variabili da tenere in considerazione per selezionare il candidato giusto .
Gli errori più frequenti che portano al fallimento di una selezione e all’inserimento del candidato sbagliato per la nostra azienda sono diversi, di seguito ti elenco i più comuni.
· modo di comunicare errato da parte dell’azienda (nell’annuncio di selezione)
· la mancata individuazione, prima di avviare la selezione, delle caratteristiche da ricercare nel nostro nuovo collaboratore
· retribuzioni basse che attraggono solo persone che “si accontentano”
· l’utilizzo di criteri soggettivi per selezionare o di parentela/amicizia e non criteri oggettivi.
Queste e tanti altri sono i principali errori da evitare assolutamente.
Ci sono delle regole specifiche del mondo del recruiting che, se applicate correttamente, ti consentono di individuare la persona giusta per la tua azienda.
Ma prima facciamo un passo indietro….partiamo da un concetto che è alla base di qualsiasi processo di selezione: dare valore alle persone.
Perché ti dico questo?
Perché a volte non per tutti è cosi scontato, oppure delle volte presi dalla frenesia del fatturato ce ne dimentichiamo.
Voglio parlarvi di persone , di capitale umano , una delle risorse più preziose per ogni azienda, a prescindere dal settore in cui opera.
Le persone sono l’elemento fondamentale nel percorso di trasformazione di un’azienda e ne determinano il successo o il fallimento.
Le risorse umane sono la più importante “variabile” del successo aziendale e per questo motivo è fondamentale capire in primis chi può essere la nostra “variabile di successo” ed una volta individuata investire sulla formazione e sulla crescita della persona.
Ma quali sono le regole fondamentali per individuare il tuo candidato ideale per la tua azienda?
La persona che abbia il potenziale che serve alla tua azienda per crescere ed espandersi?
Ho individuato 7 REGOLE che voglio condividere con voi imprenditori e che ti aiuteranno a individuare una persona in grado di fare la differenza per la tua azienda:
1. VALORI CONDIVISI
La regola numero 1 è la madre di tutte le regole a cui ci tengo particolarmente.
Il candidato deve avere gli stessi valori in cui credi tu imprenditore e chiaramente su cui hai fondato la tua azienda. Potrà sembrarti banale o scontato, ma accertati che questo avvenga, perché nel momento in cui questo manca è difficile “cambiare una persona o fargli condividere dei valori che non sente suoi”.
2. NON ESISTE IL CANDIDATO PERFETTO IN ASSOLUTO, ESISTE IL CANDIDATO PERFETTO PER TE.
Non pensare che il candidato che performa nell’azienda del tuo competitor possa performare allo stesso modo nella tua azienda. Perché dobbiamo analizzare in primis con che tipo di imprenditore si dovrà relazionare il candidato (stile di leaderhip), ambiente di lavoro in cui verrà inserito, da chi verrà gestito, quali sono le principali difficoltà che nel suo team si troverà ad affrontare…ecc.
Prima di avviare una selezione analizza la tua azienda rispondendo a queste domande e cerca di avvalerti di strumenti di valutazione del potenziale “oggettivi”.
3. INDIVIDUA MANSIONI E RESPONSABILITA’
Di cosa si occuperà, quali saranno le sue mansioni e le sue responsabilità?
Da chi verrà formato e gestito?
Stila una job description precisa indicando tutte le attività che il neo inserito dovrà svolgere.
4. NON PUNTARE TUTTO SULLA COMPETENZA TECNICA, MA SUL CARATTERE/ COMPORTAMENTO DELLA PERSONA
Formando la persona sul prodotto o servizio puoi accrescere la sua conoscenza tecnica, ma il carattere di una persona non puoi cambiarlo. Quindi ricordati di dare maggiore attenzione “alla persona” e non alla sua conoscenza tecnica.
5. RENDI LA TUA AZIENDA IL MONDO DEI SOGNI PER I CANDIDATI (RENDI LA TUA AZIENDA ATTRAENTE)
La domanda che ti devi porre è : Perché un candidato dovrebbe voler venire a lavorare nella mia azienda? Cosa posso dare (e non intendo solo a livello economico) in più rispetto ad altre aziende?
Il mondo del recruitment è cambiato tanto rispetto al passato, oggi anche l’azienda deve rendersi interessante per i candidati e l’errore che si commette spesso in fase di selezione è pensare che sia esclusivamente il candidato a doversi “vendere” per convincerti ad assumerlo nella tua azienda.
Pensa alla vendita, anni fa i prodotti/servizi si vendevano da soli, ora invece dobbiamo differenziarci e fare attività di marketing per renderci interessanti sul mercato e spingere il potenziale cliente a scegliere noi e non il nostro competitor.
Nel mondo della selezione oggi valgono le stesse regole.
Non soffermarti solo su quello che tu azienda ricerchi nel candidato da inserire ma anche su quello che offri tu (ad esempio piani di formazione individuali tecnici e non , possibilità di crescita , possibilità di gestire un team ecc).
L’offerta deve essere chiara e di valore.
6. COSTRUISCI UN PIANO DI INSERIMENTO DETTAGLIATO
Costruisci un processo di formazione interna (se hai le risorse necessarie per provvedere internamente) o esternalizza affidandola al tuo consulente Hr.
Crea quindi un piano di inserimento dettagliato del candidato inserendo tutte le attività di cui dovrà occuparsi, da chi verrà formato, da chi verrà affiancato. A chi si dovrà rivolgere nel caso in cui si trovasse a dover risolvere un problema tecnico o una lamentela del cliente ecc.
7. COSTRUISCI UN PIANO DI CRESCITA INTERNO
Come dicevamo nei punti precedenti, devi fare un’offerta di valore per attrarre persone con alto potenziale.
Chi ha potenziale solitamente è una persona che non si accontenta, che ha voglia di conoscere , di imparare, di crescere . La domanda che si pone il candidato di valore è “Dove posso arrivare”.
Quindi prima di avviare la selezione devi creare le condizioni per attrarre le persone giuste per la tua azienda, i candidati che facciano davvero la differenza.
Crea dei piani di crescita e fissa degli obiettivi individuali.
Questi sono dei consigli che mi sento di darti per affrontare al meglio la ripartenza e per consentire alla tua azienda di decollare oggi e sempre.
Chi ha oggi persone di valore in azienda ti assicuro che farà la differenza anche in una situazione post Covid, perché se i tuoi dipendenti sposano i tuoi valori, adesso saranno al tuo fianco a lottare per “salvare l’azienda” remando con te nella tua stessa direzione.
Una cosa fondamentale da tenere in considerazione è di non selezionare solo quando si ha urgenza.
Non si seleziona mai “di fretta” o in situazioni di estrema urgenza. Ma ogni azienda dovrebbe avere una selezione sempre attiva.
Se ci pensi , se le persone sono il motore della tua azienda, come puoi immaginare di investire nella ricerca di “potenziale” solo in alcuni periodi dell’anno?
Ci sono degli strumenti oggettivi che possono aiutarti in questo processo di selezione continua a trovare quello che è la tipologia di candidato giusto per la tua azienda ed individuare quindi il comportamento della persona, a capire come la persona preferisce essere formata , da cosa viene motivata o demotivata, come interagisce con il team ecc.
E’ fondamentale non selezionare basandosi su un giudizio soggettivo, ma utilizzare uno strumento oggettivo che ci consenta di abbassare il margine di errore .
Gestire le risorse umane significa utilizzare il maggior numero di potenzialità del singolo collaboratore e del gruppo nel suo insieme per il raggiungimento di un obiettivo comune.
Quindi è fondamentale mappare il potenziale “mancante” alla tua azienda ed investire in selezione per individuarlo.
Ricordati, le persone sono il motore di ogni azienda quindi non fermarti e continua a cercare “potenziale” per alimentare il tuo motore.
E tu hai mappato il tuo “potenziale mancante” che ti consente di fare la differenza?
 
Share on facebook
Share on linkedin

Leggi gli altri articoli del nostro blog

logo restart hr bianco

© 2019 – 2020 Restart Hr Srl – Tutti i diritti sono riservati
Privacy Policy

Restart Hr Srl – Via Ugo Foscolo 32/i
37057 San Giovanni Lupatoto (VR)
Codice Fiscale e P.IVA 04667300232
www.restarthr.com – info@restarthr.com
tel. 045.9813616 – fax 045.4850803

restart logo menu home

VUOI PARLARE CON UN NOSTRO CONSULENTE PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI ?

Inserisci qui sotto i tuoi recapiti e la tua domanda per essere ricontattato ed avere tutte le risposte che cerchi

Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere una età non inferiore a 16 anni, nonché di avere letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Privacy Policy di questo sito.