Il tuo atteggiamento la chiave del tuo successo

Share on facebook
Share on linkedin
Il tuo atteggiamento influenza davvero il successo di un tuo progetto di vita o professionale? Tu cosa pensi? Quando mi capita di parlarne con qualche imprenditore…alcuni pensano che non sia fondamentale , che non dipenda da questo il raggiungimento di un determinato obiettivo . Altri invece si sono accorti che è molto importante l’atteggiamento con cui affrontano una sfida, che influisce in modo significativo sul risultato finale. Pensa alla situazione in cui ci troviamo oggi , il Covid ci ha davvero stravolto la vita, ci ha strappato dalle nostre abitudini, ci ha tolto la possibilità di interagire vis a vis, ci ha dato delle regole da rispettare, ci ha obbligati a conoscere meglio noi stessi e l’ha fatto contro la nostra volontà. Siamo tutti e dico davvero tutti nella stessa barca. Oggi più che mai possiamo capire , partendo da una situazione comune , quanto l’atteggiamento con cui affrontiamo questa “crisi” possa cambiarne il risultato finale e quanto sarà fondamentale nel determinare il nostro successo o il nostro fallimento quando usciremo da questo film. Perché alcuni imprenditori nonostante tutto sono positivi, stanno affrontando l’emergenza rimboccandosi le maniche e stravolgendo se necessario la loro vita e le loro aziende ed altri ,invece ,si sono immobilizzati e preferiscono attendere che la situazione covid termini per compiere qualsiasi azione? Sai Perché?? Perché hanno affrontato la difficoltà con un’atteggiamento completamente diverso. C’è chi di fronte alle difficoltà e ai cambiamenti scappa e si immobilizza per la paura e chi considera questa crisi un’opportunità e la affronta. Mi rivolgo a voi imprenditori: che tu abbia un’azienda alimentare, che tu sia un artigiano o un dentista, che tu sia un parrucchiere o estetista o che tu venda servizi o telefonia non cambia quello che ti sto dicendo, vale per tutti. L’atteggiamento con cui affronterai oggi questa situazione sarà la chiave del tuo successo o del tuo fallimento di domani. La domanda che ognuno di noi si deve fare in questo momento è : “Cosa voglio fare e cosa devo fare in questa situazione di emergenza?” Le possibilità sono tante. Posso decidere di:
  • Deprimermi pensando a quanto questa situazione mi sta portando verso il fallimento
  • Farmi prendere dalla paura/ansia di non arrivare a fine mese, avere paura di perdere tutto quello che ho costruito in questi anni
  • Stare tutti i giorni h24 a guardare il tg, a controllare se per caso è uscito un nuovo modulo di autocertificazione o se Conte è in diretta.
  • Far trascorrere le mie giornate guardando tutte le serie di netflix e non far nulla tutto il giorno lamentandomi che “mi annoio”
In tutti questi casi, se il tuo atteggiamento fino ad ora è stato come quelli elencati sopra sai cosa sarà successo fuori a prescindere dal tuo settore di appartenenza? I tuoi concorrenti avranno fidelizzato i loro clienti e nel frattempo avranno acquisito anche i nostri …che noi abbiamo trascurato. E a quel punto inutile scaricare la colpa sul cliente insultandolo perché ha cambiato fornitore o al venditore della concorrenza per avermi rubato il cliente. Perché questo risultato, la perdita del cliente dipende solo da te. Anche una “non azione”, una condizione di stasi ti può portare a perdere Il cliente che oggi seguirai, a cui darai consigli pratici o semplicemente con cui ti metterai in contatto per far due chiacchiere e chiedergli come sta, il cliente che ascolterai oggi, sarà quello che domani alla riapertura si ricorderà che tu ci sei stato e ti sarà fedele, non ti abbandonerà per andare da un tuo concorrente. Nei momenti di grande difficoltà quello che davvero conta è il supporto morale, i rapporti umani, l’empatia. Pensa quando affronti una difficoltà anche personale, di chi ti ricordi? Di chi ti ha ascoltato e ti è stato affianco, di chi ti ha dato sostegno a livello morale, dell’amico che ti era affianco. Ora è il momento di decidere se uscire da questa situazione migliorato o peggiorato. Spetta ad ognuno di noi questa decisione. Cosa fare per uscirne migliorato? • Accetta la situazione tanto non possiamo fare nulla per cambiarla (oltre a rispettare il decreto ed indossare mascherina e guanti). E’ inutile concentrarsi su ciò che non possiamo cambiare.
  • Vedi questo momento come un’opportunità , una sfida , un’occasione per fare qualcosa che non hai fatto perché non hai mai avuto tempo. Fai fruttare il tempo a disposizione, rendilo produttivo
  • Informati su quello che accade, guarda i dati, ma non farlo in modo spasmodico, non faresti altro che buttarti nel burrone emotivo.
  • Mantieni le tue abitudini o crea una nuova routine. E’ fondamentale darsi delle regole per mantenersi vivi, per mantenere il ritmo per affrontare la situazione. Crea il tuo piano di lavoro giornaliero e rispettalo.
  • Chiama tutti i tuoi clienti, chiedi loro come stanno, ascoltali e se non hai i loro numeri comunica sui social. Ma cerca di mantenere in qualsiasi modo il contatto con loro, la comunicazione non deve fermarsi mai.
  • Cerca di capire come prepararti alla riapertura .
Se hai un bar, un ristorante, una pizzeria, per esempio organizza la sanificazione del locale, organizzati perché sicuramente dovrai garantire la distanza di un metro tra i clienti, organizza il delivery se vendi dei prodotti . Oppure se vendi servizi crea un blog in cui pubblicare contenuti ogni giorno, crea dei gruppi sui social per i tuoi clienti, organizza videochiamate per accorciare le distanza e poter continuare a lavorare. Pensa che ogni evento negativo ha una fine, l’importante per ognuno di noi è esserci nel nuovo inizio ed arrivare carichi per poter affrontare la salita. Sarà difficile? Certo che lo sarà , perderemo tanti soldi? Certo che avverrà….Ma tu oggi puoi decidere se lottare e arrivare a riaprire il tuo locale o la tua azienda o arrenderti e sederti e deporre le armi. Il cambiamento , le sfide hanno da sempre caratterizzato la nostra esistenza , pensate alle guerre vissute dai nostri nonni e tutti i cambiamenti che ne sono conseguiti nei successivi anni. Cambiamento non è necessariamente da interpretare come un evento negativo, anzi può essere una svolta, un’opportunità per cambiare strada. Pensa al presente e a come vincere nella nuova “normalità” post coronavirus, qualunque cosa accada ti troverai sempre ad un bivio, sempre a dover decidere a dover cambiare. Il segreto è affrontare l’ignoto con curiosità e non con paura. A fare la differenza non sono tanto le cose che ti accadono ma come tu le vivi e le affronti!
 
Share on facebook
Share on linkedin

Leggi gli altri articoli del nostro blog

logo restart hr bianco

© 2019 – 2020 Restart Hr Srl – Tutti i diritti sono riservati
Privacy Policy

Restart Hr Srl – Via Ugo Foscolo 32/i
37057 San Giovanni Lupatoto (VR)
Codice Fiscale e P.IVA 04667300232
www.restarthr.com – info@restarthr.com
tel. 045.9813616 – fax 045.4850803

restart logo menu home

VUOI PARLARE CON UN NOSTRO CONSULENTE PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI ?

Inserisci qui sotto i tuoi recapiti e la tua domanda per essere ricontattato ed avere tutte le risposte che cerchi

Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere una età non inferiore a 16 anni, nonché di avere letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Privacy Policy di questo sito.